Archivi del mese: dicembre 2011

End.

Finisce un anno. Fra poco più di quattro ore entreremo in un anno bisestile. Dalle mie parti si dice “Anno bisesto, anno funesto”, ma speriamo non sia così. La nostra politica chiede lacrime e sangue, i Maya (come già detto) pretendono che finisca un’era e ne inizi una nuova, e il racconto di domani sarà all’insegna della sventura.
Ma suvvia: Ottimismo! In un modo o nell’altro riusciremo a venire a capo di ogni cosa ed arrivare al 31/12/2012 incolumi!
Nel frattempo… godiamoci questa serata e il sonno di domani mattina!
Buon festeggiamento a tutti, e mi raccomando i botti: scrivere con qualche dito in meno è fastidioso! 😛

Categorie: Varie ed Eventuali | Lascia un commento

I soliti auguri

Natale si avvicina. Come ogni anno, puntuale, inesorabile.
Però quest’anno c’è una particolarità: questo Natale potrebbe essere l’ultimo!
Dicevano i Maya, “millanta anni fa” (cit.), che il 21/12/2012 sarebbe stata una data fatidica.
Alcuni dicono che finirà il mondo, ragion per cui questa potrebe essere l’ultima volta che festeggeremo l’evento,
altri dicono che si darà inizio ad una nuova era, quindi può essere che lo festeggeremo in maniera diversa.
Per quanto mi riguarda… boh. Dalla mia collinetta vi dico : “sarà quel che sarà” (cit.).

Intanto vi auguro Buone Feste e felice (ultimo?) anno nuovo!

Ci sentiamo a Gennaio!

Stay tuned!

Categorie: Varie ed Eventuali | Lascia un commento

Come un serpente

Altro racconto in pillole, per ingannar l’attesa. A voi!

“Come un Serpente”

Avvolto nei sui contorcimenti, tra il corpo del telefono e la cornetta, attende paziente la sua preda.
Uno squillo, due, un essere umano che si avvicina e alza il ricevitore.
Inizia la sua tortura. Come un serpente si avvinghia alle dita, alla mano della persona che, invano, tenta di divincolarsi, di sfuggire alle sue spire.
E’ una lotta continua, durante tutta la durata dello scambio di voci che si insinua, strisciando, dentro di lui, e non dà tregua, non lascia riposare i due contendenti. Ma è un combattimento impari: la mano che lo tormenta sembra giocherellare con lui, anziché scontrarsi, come se tutta la battaglia altro non fosse che un mero divertimento.
D’un tratto, così com’è iniziata, la schermaglia finisce, e lascia il cavo, stremato, a penzoloni sulla scrivania.
E lui, fiero di essere sopravvissuto alla guerra, lentamente si attorciglia nella sua posizione preferita, in attesa del prossimo incontro.
Finché un giorno, ormai vecchio e stanco, smetterà di misurarsi con la mano, e allora si staccherà da un lato dell’apparecchio. E in quel momento, un attimo prima della sua definitiva, fatale mutilazione, sarà finalmente vincitore.

Categorie: Compresse (perché "Pillole" era troppo mainstream!) | Lascia un commento

Coming soon, but not so soon!

Una nave in fiamme, una tempesta, un’isola piena di cannibali.
“Lo stivale di legno di Jeremy Spencer”, a gennaio, dal vostro venditore di pensieri usati di fiducia!

Categorie: Varie ed Eventuali | 1 commento

Giocattoli

Oggi siamo stati a fare la spesa in un grosso supermercato.
Passando dal reparto giocattoli, mia moglie è attratta da una bambola sulla cui scatola c’è scritto “balla davvero”,
e accanto al pulsante di attivazione campeggia la scritta “PROVAMI”.
Incuriosita preme il pulsante, e la bambola inizia a muovere violentemente il busto a destra e a sinistra.
La guardo e dico: – Oddio! Ha le convulsioni!
Una commessa si avvicina, ci sorride e chiede se abbiamo bisogno di aiuto.
Le rispondo cortesemente: – Io no, ma penso che quella bambola abbia urgente bisogno di un neurologo!

Categorie: Varie ed Eventuali | Lascia un commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: