Missiva

Ho trovato questa lettera, stamattina, scritta su pergamena, in caratteri gotici. Leggete, e ditemi che ne pensate!

“L’assassino che uccide i tuoi giorni cammina da sempre al tuo fianco, come un’ombra.
E ti aspetta, come sempre, davanti alla porta di casa: quando esci, quando vai al lavoro, quando sempre.
E muori ogni giorno un po’ di più, come la foglia caduca ti muovi nel vento, portando con te una domanda alla quale nessuno risponderà, e aspetti l’autunno che seco ti porterà.
Io sono la pioggia caduta ieri, la stessa acqua che ti scivola addosso oggi e che berrai domani.
Ti incontro per strada ogni giorno, a piedi, perduto nei tuoi garbugli mentali, vano tentativo di sfuggire alla noia.
E mi affianco a te, accanto all’assassino che procede accanto a te, e arricchisco di niente le tue giornate grigie.
E aspetto paziente il tuo attimo di distrazione. Letale, irreversibile, infinitesimale attimo, ma in quell’attimo io sarò lì, presente e beffarda, a colmare la distanza che per ora ci separa, a mietere la tua vita come un contadino coglie un frutto dal ramo, così che anche tu possa essere mio amante per l’eternità.
Ma nel tedio dell’attesa continuerò a rimanerti vicino, a farti compagnia, fino al giorno in cui potrò, finalmente, portarti via.

Per sempre tua compagna di vita


Morte

Annunci
Categorie: Compresse (perché "Pillole" era troppo mainstream!) | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: