Le avventure di Meschino (****)

Testo conosciuto anche con il titolo “Le avventure del topino Desperaux”
Di Kate Di Camillo

Image and video hosting by TinyPic

Questa è la storia di un topolino nato sottopeso, con le orecchie grandi e, orrore orrore, con gli occhi aperti, unico sopravvissuto della cucciolata.

Questa è la storia di un ratto, il cui cuore è stato infranto dalla luce.

Questa è la storia di una figlia che il padre ha barattato con una tovaglia, una gallina e una manciata di sigarette. Ah: la poverina si chiama come il maiale più grasso dell’ex padre, e diventerà quasi sorda a suon di ceffoni sulle orecchie. (Ok, di lei ho svelato fin troppo… ma non molto, in realtà.)

Questa è la storia della principessa Pisellina, che conosce tutti e tre i personaggi precedenti, in qualche modo.

Questa è anche la storia di Gregory, di cui non vi dico nulla tranne che è quello cui capita la cosa peggiore.
Che poi non è neanche la peggiore, considerando quel che capita agli altri personaggi.

E questa, infine, è una storia in cui l’autrice, coinvolge il piccolo lettore invitandolo di volta in volta a riflettere sull’andamento della storia, chiamandolo quasi per nome (lettore, lo chiama, ma si potrebbe cambiare “lettore” con “nome bimbo”), chiudendo quasi ogni capitolo in questo modo. E interviene facendo in modo che si pensi al peggio. E il peggio spesso accade.
Per farvi un esempio, ma senza svelarvi nulla che non sappiate già:

“Te l’immagini? Riesci a pensare che tuo padre possa venderti per una tovaglia, una gallina e una manciata di sigarette? Chiudi gli occhi, ti prego, e pensaci un po’ su. Fatto? Spero che ti si siano rizzati i capelli in testa mentre pensavi al destino di Ola, e a come saresti infelice se fosse stato il tuo. Povera Ola. Che fine farà? Per quanto inorridito tu sia, per scoprirlo dovrai continuare a leggere. Questo, lettore è il tuo dovere.”

(Con che ardore chiama i suoi lettori “lettori”, come faccio io affettuosamente con voi?! NdV)

Ecco, a dire il vero ci sarebbe anche un re bardo. Sancisce che sono fuorilegge i ratti, la zuppa, le pentole e i cucchiai, ma è un personaggio di scarsa rilevanza.

Diciamo che la storia è piuttosto triste, parla di abbandono e di morte, di cuori infranti divenuti vendicativi, di padri, madri e fratelli che rinnegano i propri congiunti.
E’ anche una storia di speranza, sì, ma ciò non ha importanza: sto parlando dell’altro aspetto.
Insomma, se io fossi un bambino di dieci anni (credo sia quello il target) ne avrei abbastanza per entrare in psicanalisi.

Però la storia è buona, si legge agevolmente, è curiosa.
In due parole, dopo aver conosciuto le storie dei personaggi inizia il racconto vero e proprio, in cui il ratto e la figlia abbandonata sono in combutta per rapire la principessa, e lo faranno! Oh, certo che lo faranno!
E il topino, che nel frattempo avrà perso la coda, la salverà. O forse no?
Perché le segrete sono un labirinto di strade e vicoli ciechi, e nessuno sa come girarci dentro. Tranne Gregory, ma non potrà essere molto d’aiuto. E tranne i ratti, ma questi sono i cattivi della storia.
E perché, cari lettori, questa è una storia in cui molte cose vanno a finire male.

E ancora, perché mi mancano le ultime 10 pagine e tutto sembra (appunto!) dover finire male, di conseguenza ancora non lo so. Beh, insomma… quando voi leggerete la recensione io avrò finito il racconto, ma non vi dirò comunque nulla. Scopritevelo da soli!

Alla prossima, cari lettori, e che vi sia da monito: leggete voi stessi la storia che viene raccontata, prima di dare un libro in pasto ai vostri figli piccoli!

Annunci
Categorie: Piccola Biblioteca Usata | Tag: , , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “Le avventure di Meschino (****)

  1. concordo pienamente sul fatto di leggere prima noi le storie 🙂
    ma hai notato che in origine tutte le favole erano atroci?Prima dell’era della Disney ovviamente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: