Altri Squilibri (****)

Di Annalisa Bruni

Image and video hosting by TinyPic

89 pagine
Editore: Edizioni Helvetia
Iniziato il 24/07/2014
Finito il 27/07/2014

Bentrovati, cari lettori! Siccome in questo periodo sono preso col contest “sere marroni”, come vi sarete accorti, ho bisogno di leggere qualcosa che non mi tenga troppo impegnato.
Ed ecco che, proprio mentre stavo raccogliendo idee per le regole e tutto il resto, mi arriva una mail proprio da Annalisa, l’Autrice, che ha apprezzato la mia recensione all’altro suo libro, “storie di libridine”, e mi ha detto che ne aveva scritti degli altri.
Ho chiesto un consiglio su quale leggere e mi ha proposto questo, di cui è appena uscita l’edizione digitale… e allora vai di Amazon!

Ma veniamo al libro: anche questo si legge in un fiato, sono 86 pagine, undici racconti di donne.
Donne che sono… Donne, con le loro fragilità e i loro crucci, ma che sono anche maledettamente ciniche!
Anzi, pure sadiche, come possiamo notare nel primo racconto!

Cosa c’è nel primo racconto? Un omicidio, e neanche tanto velato, dato che è la protagonista a dircelo, subito lì all’inizio. E il modo in cui uccide quell’uomo… beh, solo a una donna poteva venire in mente!
Perché solo una donna può rendere un uomo consenziente a farsi legare a una sdraio, a rendersi impotente di sua volontà con la sola promessa di una sveltina, e poi accade.
Accade che quell’uomo muore in una maniera orribile.

E nel secondo si parla delle stupidaggini che una donna può fare quando è ridotta a uno straccio, e delle conseguenze che pagherà a vita.

E l’ultimo è un racconto cortissimo, che a occhio non so se arrivi a mille caratteri, e che si presenta con un linguaggio molto semplice e dolce, parole di un uomo rivolte a una donna, ma col finale che è di tale violenza che, dopo aver letto il libro di corsa, pare di piantarsi col naso su un muro. Fa male. E finisce così, di colpo.

E poi ci sono ancora racconti di donne. Donne che dicono di avere una vita inutile e vuota ma che non smettono di raccontarti cose che accadono loro, donne ignoranti fino al midollo convinte che solo loro sappiano prendersi cura dei figli, magari facendo loro del male quando altre persone stanno tentando di farli crescere bene, e così via in un turbinio di gonnelle impazzite, di donne che ti tengono col fiato sospeso, di passioni travolgenti e di anime travolte, di racconti che non ti lasciano un attimo di respiro e che si devono terminare, e che quando si sono finiti di leggere non si può fare a meno di fermarsi a riprendere fiato, a respirare, a bere qualcosa per inghiottirli.

Vi dirò, cari lettori, che questi racconti non li ho divorati: mi ci sono proprio ingozzato!
Perché ogni racconto mi ha lasciato stranito. Anzi: proprio stravolto, e pensieroso.
Però soddisfatto, con la pancia piena.

Che altro dire, cari lettori?
Di certo questa è una raccolta di racconti di donne per le donne, la loro rivincita sul mondo intero, sui luoghi comuni e pure sul sesso forte, come pure ci sono le loro angosce, le loro paranoie, le loro disfatte, ma… c’è un ma.
Questa antologia dovrebbe essere letta dal pubblico maschile. Per capire cosa frulla nella testa alle nostre compagne di viaggio, per capire cosa non va nella loro testolina bella, quali sono le pare mentali che riescono a farsi, quali sono le conseguenze di un mancato abbraccio, ma anche come reagiscono a uno sguardo malizioso, a un dispetto, a mille cose che noi ometti facciamo senza nemmeno accorgerci, ma che magari a loro sta grandemente sulle balle.
Io, per esempio, lascio spesso i fazzoletti di carta dentro le tasche dei pantaloni. Prometto solennemente di impegnarmi a non farlo più, non fosse altro che per non trovarmi, un giorno, con un coltello piantato fra le scapole.

Peccato solo che il maschio medio sia un forte lettore di pagine “rosa” e riviste di scarsa utilità.

Comunque, cari lettori, questo è davvero un lavoro notevole rispetto al precedente. Che non so se sia precedente in ordine cronologico, ma “storie di libridine” l’ho letto prima di questo, perciò per me è così.

Bene, cari lettori, potete ora cliccare il link di Amazon là sopra e spendere, se avete un reader, quei 5 euri, che li vale tutti.

Alla prossima!

Annunci
Categorie: Piccola Biblioteca Usata | Tag: , , , | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “Altri Squilibri (****)

  1. Grazie, Riccardo per l’attenta lettura e l’apprezzamento!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: